CNA: “Caro bollette? Arriva l’accordo tra Uni.Co. Umbria e UniCredit a sostegno dei costi energetici delle imprese”

Prevista l’erogazione di finanziamenti a tassi agevolati rimborsabili in 13 mesi

Contro il caro bollette delle piccole e medie imprese arriva, su input della CNA, l’accordo sottoscritto da UniCredit e Uni.Co, il confidi interregionale del centro Italia espressione della stessa CNA e di altre associazioni di categoria.

Nell’incontro tenutosi nei giorni scorsi a Perugia, tra il direttore regionale della CNA, Roberto Giannangeli, il direttore generale di Uni.Co., Paolo Mariani, e Luigi Giganti, Area Manager Small Business Umbria UniCredit, è stata confermata la volontà di supportare le piccole e medie imprese in questa fase così difficile.

In base all’accordo sottoscritto, infatti, UniCredit metterà a disposizione delle imprese associate a Uni.Co. e CNA la possibilità di accedere a finanziamenti con tassi agevolati e rimborsabili nell’arco di tredici mesi. In questo modo, le aziende potranno distribuire i maggiori costi dovuti ai rincari dell’energia e delle materie prime su un orizzonte temporale più vasto.

Per accedere al finanziamento ciascuna impresa dovrà rivolgersi ai servizi finanziari di Uni.Co., disponibili in Umbria presso tutte le sedi territoriali della CNA, dove gli esperti del confidi effettueranno una valutazione dell’effettivo fabbisogno aziendale basandosi sulle bollette e sulle spese fin qui sostenute.

“Ringraziamo Unicredit per l’iniziativa riservata alle PMI colpite dal rincaro dell’energia in un contesto economico già duramente afflitto dalla crisi pandemica – ha affermato Paolo Mariani di Uni.Co.”, sottolineandone l’importanza e l’opportunità al fine di soddisfare le esigenze delle imprese del territorio.

“L’intesa raggiunta a livello nazionale tra CNA e UniCredit – ha aggiunto Roberto Giannangeli – ci ha portati a sottoscrivere un ulteriore accordo territoriale per cercare di porre un argine a quello che è diventato il problema maggiore delle imprese: la sostenibilità dei costi energetici che, oggi, rischia di fermare le attività produttive.”

Per Andrea Burchi, regional manager Centro Nord UniCredit, “Con questo accordo intendiamo rispondere alle necessità delle PMI rispetto a un problema non differibile, in una logica di attenzione e presenza attiva rivolta al territorio. Le imprese associate a Uni.Co. e alla CNA potranno infatti beneficiare di linee di credito dedicate per limitare l’effetto negativo del caro-energia. Ciò si inserisce nel quadro delle misure eccezionali che UniCredit mette a disposizione per le PMI italiane, come il plafond da 3miliardi e attività di consulenza specifica, per aiutarle a fronteggiare i rincari energetici e delle materie prime; e per supportare le aziende più esposte alle criticità emerse sul fronte degli scambi commerciali internazionali.”

Sinergia UNI.CO. – UniCredit: supporto alle imprese della regione Marche per affrontare i rincari del costo dell’energia

Uni.Co. e UniCredit hanno siglato un accordo finalizzato a dare un supporto concreto alle aziende delle Marche che si trovano alle prese con i rincari dell’energia elettrica.

UniCredit mette infatti a disposizione delle imprese marchigiane associate a Uni.Co. – società che opera a supporto delle imprese mettendo a loro disposizione un’ampia varietà di servizi e prodotti aderenti alle esigenze delle realtà del territorio – la possibilità di accedere a finanziamenti con tassi agevolati e rimborsabili nell’arco di tredici mesi. In questo modo, le aziende potranno distribuire i maggiori costi dovuti ai rincari dell’energia e delle materie prime su un orizzonte temporale più vasto.

Per accedere al finanziamento ciascuna impresa dovrà rivolgersi ai servizi finanziari di Uni.Co. Marche che effettueranno una valutazione dell’effettivo fabbisogno aziendale basandosi sulle bollette e sulle spese fin qui sostenute.

L’accordo è stato siglato per UniCredit da Silvano La Ghezza, Area Manager Small Business Marche; e per Uni.Co. dal Direttore Generale, Paolo Mariani.

Paolo Mariani, direttore generale di Uni.Co., ringrazia dell’iniziativa che UniCredit ha riservato alle PMI colpite dal rincaro energia in un contesto economico già duramente afflitto in questi anni dalla crisi pandemica, sottolineando l’importanza e l’opportunità che questa misura riveste al fine di soddisfare le esigenze delle imprese del territorio delle Marche.

Dichiara Andrea Burchi, Regional Manager Centro Nord UniCredit: «Con questo accordo intendiamo rispondere alle necessità delle PMI rispetto a un problema non differibile, in una logica di attenzione e presenza attiva rivolta al territorio. Le imprese associate a Uni.Co. potranno infatti beneficiare di linee di credito dedicate per limitare l’effetto negativo del caro-energia. Ciò si inserisce nel quadro delle misure eccezionali che UniCredit mette a disposizione per le Pmi italiane, come il plafond da 3miliardi e attività di consulenza specifica, per aiutarle a fronteggiare i rincari energetici e delle materie prime; e per supportare le aziende più esposte alle criticità emerse sul fronte degli scambi commerciali internazionali”.

Uni.Co Confidi: Maurizio Paradisi confermato alla presidenza del Consiglio di Amministrazione

L’assemblea dei soci si è svolta ieri mattina. Deliberato il Bilancio 2020

Si è svolta ieri mattina l’Assemblea Ordinaria dei Soci di Uni.Co. Confidi che ha deliberato con soddisfazione il Bilancio 2020

Sempre nella stessa Assemblea si è provveduto alla nomina del nuovo Consiglio di Amministrazione. A seguito delle fusioni intervenute negli ultimi mesi sono entrate nel CdA gli esponenti delle due cooperative incorporate (Fidimpresa Umbria s.c. e Rete Credito Marche Ascomfidi s.c) mentre la Giunta della Regione Marche ha provveduto alla nomina del Presidente del Consiglio di Amministrazione e del Presidente del Collegio Sindacale per il triennio 2021-2023 indicando nelle persone di Maurizio  Paradisi, Presidente del Consiglio di Amministrazione e Leonardo Gentile, Presidente del Collegio Sindacale.

Per Paradisi si tratta di una riconferma: “Sono molto onorato per essere stato nominato per il secondo mandato dalla Regione Marche che ringrazio per la fiducia che mi ha concesso – sottolinea il Presidente –. Continuerò a lavorare con lo stesso impegno che ha caratterizzato i miei primi tre anni di mandato con l’obiettivo principale di stare vicino alle piccole e medie imprese e agevolarne l’accesso al credito per favorirne lo sviluppo”.

Il Direttore Generale Paolo Mariani ha ringraziato i Soci per l’apprezzamento dei risultati raggiunti e si è congratulato con il Presidente del Consiglio di Amministrazione Maurizio Paradisi e il Presidente del Collegio Sindacale Leonardo Gentile per le nomine intervenute.

UNI.CO. chiude il bilancio 2020 con numeri positivi e consolida il proprio patrimonio

Il volume delle garanzie è aumentato del 28,7%

Lo scorso 18 maggio il CDA di UNI.CO. ha approvato la bozza di bilancio per l’esercizio 2020, che verrà poi deliberata dall’Assemblea dei Soci il prossimo 25 giugno. Si tratta di un bilancio positivo non solo per l’utile registrato ma per il segno “più” davanti a numeri importanti come i volumi ed i flussi e, soprattutto, per le tante pratiche realizzate in favore delle imprese.

In un momento di crisi pandemica il Confidi ha infatti aumentato il flusso annuo delle garanzie, fidejussioni e credito diretto, passando dai 95 milioni del 2019 ai 123 milioni del 2020 (+28,70%) mentre lo Stock complessivo è passato dai 324 milioni del 2019 ai 357 milioni del 2020 (+ 9,9%).

“Questo dato dimostra come UNI.CO. sia stato vicino alle imprese, si sia esposto ed abbia fatto il suo dovere. – commenta il direttore generale Paolo Mariani -. L’obiettivo è stato realizzato anche grazie alla Legge 13 che la Regione Marche ha prima promulgato e con lungimiranza rinnovato fino al 30 giugno 2021. Ci auguriamo che venga prorogata ulteriormente perché ha permesso di realizzare per quanto ci riguarda ben 2.300 pratiche per circa 150 milioni di finanziamenti bancari”.

I numeri sopraesposti non va dimenticato, che sono stati realizzati in un contesto nel quale il Confidi ha concesso le moratorie previste dalla Legge in modo totalmente gratuito mentre per il rilascio delle garanzie non ha prezzato il “premio per il rischio” ma ha solo recuperato i costi amministrativi. Nonostante ciò, grazie alla fiducia delle aziende che si sono rivolte a UNI.CO., è stato raggiunto un significativo risultato economico positivo. Questo risultato va a rafforzare i mezzi propri della Cooperativa, che fronteggiano i futuri impegni che UNI.CO. si assumerà per gli Associati nei confronti delle banche al fine di favorire l’accesso al credito delle PMI.

Non va inoltre dimenticato che il risultato positivo del Confidi sconta altresì maggiori accantonamenti per il rischio di credito, accantonamenti che il CDA ha ritenuto opportuno effettuare al fine di presidiare ancor meglio le garanzie rilasciate.

Il Presidente di Uni.co. Maurizio Paradisi, a nome del CDA ringrazia tutti gli Associati per la fiducia accordata e le Associazioni di Rappresentanza per l’importante sostegno sempre profuso.

Particolare apprezzamento manifesta per l’attività svolta da tutti i dipendenti ed agenti di Uni.co. a partire dal Direttore Generale. Tutti i collaboratori anche nei momenti più difficili della crisi pandemica non si sono mai risparmiati per fornire assistenza e consulenza a migliaia di imprese, consentendo alle stesse di trovare soluzioni adeguate ai propri fabbisogni.